Potenziometro del pedale dell'acceleratore

Pedale dell'acceleratore - potenziometro

Connessione dell'oscilloscopio
Esempio di forme d'onda e note
Informazioni tecniche


 

Connessione dell'oscilloscopio durante il test:
potenziometro del pedale dell'acceleratore

Inserire un adattatore di prova BNC nel canale A dell'PicoScope, collegare una pinza grande a coccodrillo nera sulla presa nera (negativo) dell'adattatore e una sonda da agopuntura sulla presa rossa (positivo) dell'adattatore. Collegare la pinza a coccodrillo nera sul negativo della batteria e il potenziometro dell'acceleratore alla sonda da agopuntura. L'uscita della tensione variabile è generalmente il morsetto centrale (verificare i dati tecnici), nella figura 29.1 viene illustrata la connessione del sensore.


Fig. 29.1

Durante il test del potenziometro dell'acceleratore, quando si deve catturare l'uscita potrebbero essere necessari più tentativi per 'centrare' la forma d'onda.

Con la forma d'onda di esempio visualizzata sullo schermo, premere la barra spaziatrice per cominciare a vedere le letture in tempo reale. Premere rapidamente l'acceleratore, portando il gas dal minimo al massimo, e osservare la forma d'onda.

Esempio di forma d'onda del potenziometro del pedale dell'acceleratore

Note sulla forma d'onda del potenziometro del pedale dell'acceleratore

Questo sensore o potenziometro è in grado di indicare all'ECM l'esatto grado di apertura dell'acceleratore grazie alla sua uscita lineare.
La maggioranza dei sistemi di gestione moderni utilizzano questo particolare sensore che viene posizionato sul fuso a farfalla dell'acceleratore. Si tratta di un dispositivo a 3 fili con un'alimentazione di 5 V, una connessione a massa e un'uscita variabile dal pin centrale. Data l'importanza dell'uscita per le prestazioni del veicolo, eventuali 'punti ciechi' all'interno dell'area della traccia di carbone interna, determineranno 'punti di interruzione' ed 'esitazioni'. Questa discontinuità può essere rilevata su un oscilloscopio e consentirà all'operatore di tenere traccia della tensione di uscita sull'intero intervallo operativo e indicherà tutte le regioni difettose.

Un potenziometro dell'acceleratore ottimale dovrebbe indicare una tensione ridotta in corrispondenza della posizione di chiusura dell'acceleratore, un graduale aumento di tensione in corrispondenza dell'apertura e il ritorno alla tensione iniziale una volta chiuso l'acceleratore. Sebbene le tensioni dei sensori della posizione dell'acceleratore sono specifiche del produttore, molti non sono regolabili e la tensione è compresa tra 0,5 e 1,0 V al minimo per aumentare a 4,0 V (o più) con un acceleratore completamente aperto. Per il completo intervallo operativo, viene utilizzata una scala di tempi di circa 2 secondi.

La figura prodotta sarà lineare senza diminuzione di tensione in punti particolari, in quanto una piccola discrepanza sarà sufficiente per determinare 'punti di interruzione' nella fase di accelerazione iniziale.

Informazioni tecniche - potenziometri dei pedali dell'acceleratore

Questo sensore o potenziometro è in grado di indicare all'ECM l'esatto grado di apertura dell'acceleratore. L'interruttore di un acceleratore non è in grado di fornire i precisi incrementi di apertura, mentre, un potenziometro dell'acceleratore è in grado di fornire le aperture esatte grazie alla sua uscita lineare. La maggioranza dei sistemi di gestione moderni utilizzano questo particolare sensore che, come l'interruttore dell'acceleratore, viene posizionato sul fuso a farfalla dell'acceleratore.
Anch'esso è un dispositivo a 3 fili con un'alimentazione a 5 V, una connessione a massa e un'uscita variabile dal pin centrale.

Data l'importanza dell'uscita per le prestazioni del veicolo, eventuali 'punti ciechi' all'interno dell'area di sfogo della traccia di carbone interna, determineranno 'punti di interruzione' ed 'esitazioni'. Questa discontinuità può essere rilevata su un multimetro, anche se l'utilizzo di un oscilloscopio consentirà all'operatore di tenere traccia della tensione di uscita sull'intero intervallo operativo e indicherà tutte le regioni difettose.Un potenziometro dell'acceleratore ottimale senza alcun difetto dovrebbe fornire la forma d'onda indicata di seguito.

Sistemi di gestione del motore per uso automobilistico - sensore potenziometro acceleratore
Fig. 29.2

Nella figura 29.2 viene illustrato un potenziometro dell'acceleratore.

Torna all'indice
© Copyright 1995-2010 Pico Technology Ltd
Copyright %anno% - PCB Technologies P.IVA 01474230420