iniettore a punto singolo

Iniettori a punto singolo (tensione)
Utilizzo dell'attenuatore 20:1

Connessione dell'oscilloscopio
Esempio di forme d'onda e note
Informazioni tecniche


Connessione dell'oscilloscopio durante il test:
forma d'onda della tensione per un iniettore a punto singolo

Collegare l'attenuatore 20:1 al canale A dell'PicoScope e l'adattatore di prova BNC all'altra estremità dell'attenuatore. Collegare una pinza grande a coccodrillo nera sulla presa nera (negativo) e una sonda da agopuntura sulla presa rossa (positivo) dell'adattatore di test. Collegare la pinza grande a coccodrillo nera sul negativo della batteria e collegare il cavo verso massa dell'iniettore alla sonda da agopuntura come illustrato in figura 37.1. Su determinati sistemi (Lucas), in alternativa è possibile utilizzare l'adattatore di prova a due pin TA011.

Notare che, per evitare un corto circuito, il filo dell'iniettore non deve essere collegato al negativo (massa) dell'oscilloscopio.

L'attenuatore 20:1 viene utilizzato per monitorare la tensione indotta che viene creata quando viene rimosso il percorso a massa all'iniettore. Questa tensione è fra 60 e 80 V. Senza l'aiuto dell'attenuatore 20:1 l'oscilloscopio potrebbe visualizzare fino a 20 V.

Con la forma d'onda di esempio visualizzata sullo schermo, premere la barra spaziatrice per cominciare a vedere le letture in tempo reale. Premere rapidamente l'acceleratore, portando il gas dal minimo al massimo, e osservare l'iniezione supplementare della forma d'onda che si espande in corrispondenza dell'accelerazione.
La forma d'onda viene stabilizzata utilizzando il fronte di discesa per attivare l'oscilloscopio.


Fig. 37.1

Esempio di forme d'onda dell'iniettore a punto singolo (tensione)

Note sulla forma d'onda dell'iniettore a punto singolo

L'iniettore a punto singolo (SPI) è anche noto come iniezione del corpo di accelerazione (TBI).
Un iniettore singolo viene utilizzato (sui motori di grandi dimensioni è possibile utilizzare due iniettori) che potrebbe sembrare di un carburatore

La forma d'onda risultante dal sistema SPI visualizzerà un periodo di iniezione iniziale seguito da più impulsi dell'iniettore nella parte restante del segnale. Questa sezione è definita la durata supplementare e rappresenta l'unica parte del segnale di iniezione che si espande.

Informazioni tecniche – iniettore elettronico a punto singolo

Il motivo alla base della preferenza dell'iniettore a punto singolo piuttosto che della configurazione a più punti è talvolta incomprensibile, potrebbe essere giustificato dai costi e dalla facilità di utilizzo dell'applicazione. Un iniettore singolo viene utilizzato (sui motori di grandi dimensioni è possibile utilizzare due iniettori) e che potrebbe sembrare un carburatore.
Funziona con una pressione minima (generalmente di circa 1 bar) e la nebulizzazione del carburante, che può essere descritta come minima, si basa sul movimento dell'aria all'interno del collettore di aspirazione provocando il frazionamento del carburante in piccolissime particelle, pronte per la combustione.

A causa della configurazione, il principale vantaggio rispetto a un carburatore è la possibilità di utilizzare un sensore lambda che assicuri la gestione del controllo ad anello chiuso. Un iniettore a più punti sicuramente garantisce al motore del veicolo un'uscita di alimentazione superiore con minori emissioni di scarico.
Non consente l'utilizzo di un misuratore di portata convenzionale, pertanto viene generalmente impiegato un sensore map.

Unità di iniettore carburante a punto singolo
Fig. 37.2

Nella figura 37.2 viene illustrato un'unità di iniezione a punto singolo completa.

 

Torna all'indice
© Copyright 1995-2010 Pico Technology Ltd
Copyright %anno% - PCB Technologies P.IVA 01474230420