Amplificatori di accensione ed ECM

Segnale dell'ECM digitale sull'amplificatore di accensione
(esempio di un sistema GM/Vauxhall/Opel ECO TEC)

Connessione dell'oscilloscopio
Esempio di forme d'onda e note
Informazioni tecniche


Connessione dell'oscilloscopio durante il test:
segnale digitale dell'ECM su un amplificatore di accensione

Collegare un adattatore di prova BNC nel canale A dell'PicoScope, collegare una pinza grande a coccodrillo nera sulla presa nera (negativo) dell'adattatore e una sonda da agopuntura sulla presa rossa (positivo) dell'adattatore. Collegare la pinza grande a coccodrillo nera sul morsetto negativo della batteria e collegare un ingresso della bobina dell'ECM alla sonda da agopuntura.
Collegare un adattatore di prova BNC nel canale B e una sonda da agopuntura nella presa rossa (positivo) dell'adattatore e collegare l'altro ingresso dell'ECM del pacco della bobina alla sonda.

Una volta effettuate queste connessioni, le figure dell'angolo di fase e dell'accensione primaria verranno ora visualizzati come farebbero in un sistema DIS convenzionale.. Questo specifico sistema viene utilizzato sul sistema Multec da 1,6 Lt. di GM/Vauxhall/Opel ECO TEC, il sistema è dotato di un amplificatore integrale ed è privo di eventuali connessioni esterne al primario, rendendo complicata, in alcuni casi la diagnostica.
È possibile utilizzare l'impostazione di questo oscilloscopio anche su altri sistemi di amplificatori che sono alimentati da un ECM.


Fig. 42,1

Nella figura 42.1 viene illustrato il 'collegamento inverso' delle sonde ad agopuntura alla bobina dotata di più connettori. Una volta effettuato l'accesso, la figura visualizza il connettore multiplo disconnesso.

Esempio di forma d'onda del segnale digitale di accensione ECM ad amplificatore

Note sulla forma d'onda del segnale di accensione ECM ad amplificatore

Multec da 1,6 Lt. di GM/Vauxhall/Opel ECO TEC

Questo caso particolare di bobina con terminazione doppia, si differenzia da molti altri sistemi in quanto presenta l'amplificatore di accensione integrato nel pacco della bobina. Il pacco della bobina con l'amplificatore sarà dotato di 4 connessioni. Il pacco riceve un'alimentazione di 12 V dall'interruttore dell'accensione, presenta un ritorno a massa indipendente e le restanti due connessioni sono nel formato di un segnale digitale con 'onda quadra' proveniente dall'ECM.
L'ECM riceverà informazioni dai sensori del motore e calcola il punto di accensione dell'ECM dal relativo parametro preimpostato interno. Nel punto indicato, l'alimentazione di 5 V diminuisce a zero V, con questa diminuzione viene segnalato all'amplificatore di rimuovere il percorso a massa sul primario della bobina e viene alimentata la bobina.

Il pacco della bobina con l'amplificatore presenta due lati (uno per i cilindri 1 + 4 e l'altro per i cilindri 2 + 3). Utilizzando un oscilloscopio con traccia doppia, è possibile monitorare entrambi i circuiti ed è possibile rilevare l'alimentazione alternata delle bobine, come visualizzato nell'esempio.

Informazioni tecniche -
gli amplificatori dell'accensione utilizzati con un ECM

Questo particolare sistema installato sul motore GM/Vauxhall/Opel ECO TEC da 1.6 lt. è dotato di amplificatore di accensione come parte integrale del pacco della bobina.

Questo tipo di configurazione rappresenta un ostacolo alla regolazione della diagnostica, in quanto il sistema non consente alcuna connessione al circuito a bassa tensione. Quando due connessioni esterne vengono monitorate con un oscilloscopio, viene rilevata un'onda quadra digitale anziché la figura del percorso del primario prevista. Il pacco della bobina con amplificatore integrato riceverà un'alimentazione di tensione sul morsetto centrale di 12 V con due segnali di onda quadra da 5 V per alternare fra la coppia di bobine.

Se l'alimentazione della bobina è irregolare per inattività del transistor di alimentazione e la normale tensione indotta viene ridotta, è possibile che, in circostanze regolari, questo verrebbe in circonstanze normali facilmente mostrato, ma in questo caso l'unico indizio sarebbe una durata ridotta della scintilla della candela e dell'uscita della bobina.

Torna all'indice
© Copyright 1995-2010 Pico Technology Ltd
Copyright %anno% - PCB Technologies P.IVA 01474230420